Trekking

15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà

15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
15/09/2018 Castione della Presolana – Monte Scanapà
Informazioni Sintetiche:
Percorso: Passo della Presolana – Monte Scanapà
Tempo Escursione: Poco più di un’ora
Distanza: 4,93 km
Ascesa: 310 metri
Discesa: 341 metri
Quota massima: 1641 metri
Quota minima: 1299 metri
Segnavia: Carrareccia
Difficoltà: T

Pochi sforzi per panorami eccezionali. La cima del Monte Scanapà, posto a dirimpetto della Presolana, Regina delle Orobie, è perfetta per una breve escursione adatta a tutti, che con una facile passeggiata permette di guadagnare la cima di questa bonaria montagna. La sua posizione permette un panorama mozzafiato su tutto l’altipiano di Clusone e le montagne limitrofe, spaziando fino alle poco lontane cime Scalvine, come la Concarena e il Pizzo Camino. 

Parto dal Passo della Presolana, posto a metri 1290, circa alle cinque del pomeriggio. Parcheggio in prossimità di una fontanella dedicata al senatore Baldo Rossi, uomo da sempre legato alla Presolana e alle sue valli e risalgo lungo le piste da sci, tra abetaie e pini, con pendenza sempre costante e panorami sempre più aperti sulla valle sottostante. Le indicazioni mi portano a costeggiare alcune bellissime baite, perfettamente ristrutturare, compiendo degli ampi tornanti che fino alla Malga Scanapà. La struttura, privata, è posta in posizione panoramica sul Passo e sull’altipiano di Clusone. Alla mia sinistra spicca un’assolata antecima,, alla mia destra la facile vetta che mi siamo prefissati, il monte Scanapà.

Dalla Malga un sentiero si inerpica in direzione della montagna, ormai a soli dieci minuti di cammino. Il tracciato sale ripido tra l’erba umida (attenzione alla strapiombo) portandomi su uno dei “terrazzi” più belli dell’altipiano. Ad accogliermi, a metri 1669, trovo una grande croce in ferro, eretta nel 1975 e un panorama che sommato ai ridotti sforzi rende il Monte Scanapà una montagna di tutto rispetto. Mille metri più in basso, è ben visibile l’altopiano di Clusone e poco lontano il Pizzo Formico. Alle mie spalle il Monte Visolo, la Presolana con le sue fantastiche creste e il Pizzo Corzene a chiudere il cerchio.

Il tramonto, per chi desidera attenderlo in vetta, regalerà lo spettacolo delle mille luci di Clusone, che ad una ad una andranno ad accendersi, illuminando l’altipiano omonimo.