Trekking

15/10/2018 Giro delle Podone

15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
15/10/2018 Giro delle Podone
Informazioni Sintetiche:
Percorso: Lonno – Giro delle Podone – Lonno
Tempo Escursione: Poco meno di tre ore
Distanza: 7,88 km
Ascesa: 606 metri
Discesa: 580 metri
Quota massima: 1202 metri
Quota minima: 683 metri
Segnavia: CAI 535 – CAI 534
Difficoltà: E

Il giro delle Podone è una classica escursione che si snoda sopra l’abitato di Nembro. Su queste creste e lungo questo tracciato si tiene anche il “Podone Skytrail”, gara di corsa in montagna proposta dal Gruppo Alpinistico Nembrese.

Parto con Roberta nel primo pomeriggio dalla piazza della chiesa di Lonno. Saliamo lungo il paese fino ad incrociare via monte Podona, che percorriamo svoltando a destra. Il nostro sentiero parte da qui, ed è marchiato dal segnavia CAI 535, con indicazione Selvino. Iniziano a risalire lungo una ripida gradinata, entrando nel bosco di betulle e faggi che in questa calda giornata regalano i colori dell’autunno. Dopo circa mezz’ora di cammino raggiungiamo il Colle del Forcellino (m.860). Vari segnavia indicano le direzioni possibili, tra cui ben indicata la deviazione per Selvino. Noi ignoriamo quest’ultima e saliamo sempre lungo il sentiero CAI 535, che costeggiando un roccolo con capanno sale diritto davanti a noi compiendo ampi zig-zag. L’ambiente inizia a cambiare e il monte Podona si presta ad alcuni passaggi rocciosi. In alcuni tratti una finestra tra gli alberi ci mostra i monti circostanti: Filaressa, Costone e Monte di Nese. Il sentiero diminuisce la sua pendenza e rientrando nel bosco costeggiamo un grosso traliccio. Continuiamo lungo il sentiero fino ad arrivare ad una seconda zona rocciosa, che con un’ultimo strappo, dove quasi un’ora e mezza di cammino, ci porta alla croce sud del Monte Podona (1192 metri).

Una breve pausa per ammirare il panorama e ripartiamo lungo la cresta della nostra montagna. Scendiamo leggermente di quota per poi risalire nuovamente tra alberi e arbusti, fino a toccare la seconda vetta della giornata, la punta nord del monte Podona, posta a metri 1227. Il panorama spazia su tutta la bassa Val Seriana… Sotto di noi Selvino, alle nostre spalle la bella Val Formica e i sui pascoli, ancora oggi meta di greggi e pastori. Il nostro percorso ad anello continua in discesa entrando in una faggeta, inizialmente ripido, poi via via più dolce fino ad arrivare alla piccola frazione di Salmeggia, posta a metri 1063 e punto di passaggio della storica Via Mercatorum. Il sentiero di ritorno, marchiato dal segnavia CAI 534, inizia in prossimità della trattoria Merelli. Addentrandoci nel Val Formica seguiamo il tracciato, tralasciando le indicazioni per il Monte di Nese (sentiero CAI 533) e proseguiamo in falsopiano per circa mezz’ora, fino ad una piccola grotta naturale con panchina (che invita al riposo). Sono gli ultimi sforzi… Una breve salita ci riporterà alla periferia di Lonno e al punto di partenza della nostra escursione.

Un’altra bella giornata passata in montagna.