Trekking

03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani

03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
03/08/2019 Giro ad anello al Rifugio Albani
Informazioni Sintetiche:
Percorso: Anello al Rifugio Albani
Tempo Escursione: circa 4 ore
Distanza: km 13,82 km
Ascesa: metri 1090
Discesa: metri 1089
Quota massima: metri 1932
Quota minima: metri 1014
Segnavia: CAI 403 e CAI 402
Difficoltà: E

La sveglia suona ma non ci presto molta attenzione… Mi alzo quasi a malincuore, consapevole che, per raggiungere Colere e il Rifugio Albani, mi attende circa un’ora e mezza di auto. Cerco di non pensarci, carico lo zaino in macchina e mi metto in viaggio, ancora addormentato e in preda a forti crisi esistenziali che vorrebbero riportarmi a letto. I dubbi però non durano molto. Arrivato a Rovetta si apre lo spettacolo regalato dalla Regina delle Orobie, la Presolana. Bellissima, baciata dai primi raggi del sole, è sufficiente a fugare qualsiasi dubbio. Alle sette sono alla località Carbonera di Colere, punto di partenza della seggiovia e del sentiero CAI 403, tracciato che ho scelto per la salita.

Il sentiero sale subito ripido, addentrandosi nel bosco e marchiato da numerosi segnavia. Salgo di buon passo, complice il fresco del mattino, fino raggiungere una bella baita e un ponticello di legno. Attraversato quest’ultimo prendo velocemente quota fino all’uscita del bosco, proprio di fronte alla parete nord della Presolana. Non c’è uno nuvola e lo spettacolo è bello come sempre. Continuo lungo il percorso e in pochi minuti raggiungo le vecchie baracche dei minatori, ora di proprietà del comune, e il vicino rifugio luigi Albani, posto a metri 1939. Il panorama lascia a bocca aperta. Mi concedo una pausa in prossimità della Croce dei Minatori, posta a sbalzo sull’abitato di Colere, dopodiché mi dirigo in direzione delle vecchie miniere di fluorite per alcuni scatti. Resto nella zona fino pomeriggio inoltrato, per chiudere la giornata con un percorso ad anello lungo la parete nord della Presolana. Imboccato il segnavia CAI 402 costeggio la montagna in direzione della ferrata della porta. Raggiunta quest’ultima piego a sinistra e in circa mezzo’ora raggiungo i Piani del Vivione, un tempo sede della storica Festa della Luna.

Sono quasi alla fine. Il tracciato scende in direzione del Museo delle miniere e piega a destra, riportandomi al punto iniziale della gita.