Escursioni sulla Neve, Trekking

28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione

28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
28/12/2019 Altopiano dei Campelli e rifugio Campione
Informazioni Sintetiche:
Percorso: Schilpario – Rifugio Bagozza – Rifugio Campione
Tempo Escursione: Circa 5 ore
Distanza: 16,41 km
Ascesa: 843 metri
Discesa: 871 metri
Quota massima: 2134 metri
Quota minima: 1379 metri
Segnavia: Tracce
Difficoltà: EE

Al confine tra Val di Scalve e Val Camonica, in un’ambiente tra i più solitari e riservati delle nostre montagne, si trova la “Conca dei Campelli.” Un bellissimo altopiano a cui fa da corona una catena di montagne, severe e dirupate, che si innalzano a guardia della vallata. Che, è proprio il caso di dirlo, è un Paradiso per ciaspolatori, scialpinisti e trekker. Ma anche il luogo perfetto per famiglie e bambini, che possono concedersi una giornata sulla neve senza pericoli, tra le bellezze dell’Altopiano e l’accoglienza dei rifugi.

Arriviamo a Ronco di Schilpario alle sette del mattino, dopo circa un’ora e mezza di auto. Posteggiato il rottame nei parcheggi a pagamento ci incamminiamo lungo strada provinciale che sale al Passo del Vivione, pestando fin da subito la prima neve. L’ambiente cambia immediatamente. I pini sono ricoperti dal bianco mantello, ad ogni passo la neve aumenta sempre di più ricoprendo i tetti delle case, le baite e i fienili presenti su quella che, durante la stagione estiva, è una strada piena di vita e persone. Oggi l’unico rumore è dato dal crocchiare delle neve sotto gli scarponi, e dal nostro ansimare durante la salita…

Un’ora di facile cammino e raggiungiamo il Rifugio Cimon della Bagozza (m.1600). La struttura, ex baracca di minatori, è gestita da oltre vent’anni da Silvio Visini ed è aperta tutti i giorni, estate ed inverno. Come non fermarsi per un caffè con la grappa (in attesa del sorgere del sole) e per una fetta di torta? Il mio compagno di cordata accetta di buon grado e ci accomodiamo qualche minuto nella accogliente struttura, al tepore della stufa. Recuperate le energie continuiamo lasciando il rifugio alle nostre spalle, proseguendo in salita costante, ma mai troppo ripida. Dopo circa 15 minuti di cammino pini e abeti si diradano, aprendo la visuale ad un panorama che toglie il fiato. Il bianco della neve riflette i raggi del sole che fanno capolino dal Cimon della Bagozza, offrendoci uno spettacolo a dir poco impressionate. E, mentre il sole sbuca dalle montagne, forti raffiche di vento ne sferzano le cime, sollevando la neve presente in quota tra riflessi e luccichii.

“Solo del bianco a cui badare.” Scriveva nel 1878 Arthur Rimbaud durante il transito dal Passo di San Gottardo. Sono le parole esatte per descrivere questo foglio bianco… Con calma, gustando la meraviglia offerta dal paesaggio, raggiungiamo la Madonnina dei Campelli, simbolo di questa valle. A destra una labile traccia scende per poi risalire ripida in direzione del Cimone della Bagozza. La ignoriamo e proseguiamo sul percorso principale, alternando tratti di salita a tratti in falsopiano. Numerosi skialp ci precedono, puntini immersi in paradiso grigio che, da questa prospettiva, sembra continui fino all’infinito. Il Passo dei Campelli è ormai visibile davanti a noi e con ultimo sforzo raggiungiamo il valico, punto panoramico con la vicina Val Camonica e le severe montagne camune. Tra tutte spicca l’Adamello. Continuiamo e l’ampia traccia ci porta, in circa dieci minuti di cammino, al Rifugio Campione (m.1946), posto alle pendici della montagna omonima. Giusto in tempo per un tagliere e un bicchiere di vino.

Discesa a metà pomeriggio lungo il percorso comune all’andata.