Trekking

02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti

02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
02/06/2020 Lago di Coca e Conca dei Giganti
Informazioni Sintetiche.
Percorso: Valbondione – Rifugio Coca – Lago di Coca
Tempo Escursione: Circa 5 ore e 50 minuti
Distanza: 13,5 km
Ascesa: 1315 metri
Discesa: 1341 metri
Quota massima: 2108 metri
Quota minima: 856 metri
Segnavia: CAI 301 e CAI 325
Difficoltà: EE

Da un po di tempo Andrea mi chiedeva di accompagnarlo al rifugio Mario Merelli al Coca. Di buon mattino ci incamminiamo sul famoso sentiero Cai 301, che senza sconti sale nel bosco con ripidi tornanti. Bastano pochi minuti ed iniziano a fare capolino i primi stambecchi. Non è una novità vedere degli ungulati durante l’ascesa al rifugio, ma ancora non sappiamo che ci terranno compagnia per tutta la giornata…

Di buon passo usciamo dal bosco per raggiungere il caratteristico tratto attrezzato con catene di sicurezza. I ripidi “gradoni” permettono di guadagnare velocemente quota, regalando un panorama che passo dopo passo si apre sulle montagne della zona, conosciute come i Giganti Orobici. Queste vette danno vita ad anfiteatro naturale, dove alla base, arroccato sul crinale e a sbalzo sull’abitato di Valbondione, spicca il rifugio Mario Merelli al Coca (m.1892). Raggiungiamo la struttura dopo circa due ore di cammino, stanchi ma soddisfatti. Una breve pausa e decidiamo di continuare fino al Lago, perla di origine naturale posta alla base del Pizzo omonimo, della Punta di Scais e del Redorta, cime orobiche che superano i 3000 metri di altezza.

Il panorama si apre proprio su queste montagne e sulla suggestiva Val di Coca. Tra i fischi delle marmotte e gli stambecchi curiosi iniziamo la lenta risalita della valle, che avviene costeggiando uno dei tanti affluenti del fiume Serio. Salendo di quota appare anche l’ultima neve; prestando attenzione ad un paio di traversi (pena un bagno nell’acqua gelida del Serio) raggiungiamo il Lago dopo un’altra ora di cammino. Davanti a noi una lingua di neve riempie il canale che scende dal Passo di Coca, fino a raggiungere il Lago stesso. Ci fermiamo qualche minuto a godere di questo spettacolo, fino a quando il fragore di una slavina, probabilmente sul versante opposto, non ci riporta alla realtà. Il meteo nel pomeriggio preannuncia temporali; decidiamo cosi di tornare sui nostri passi. Raggiunta la Baita di Coca decidiamo di soffermarci per un panino. A farci compagnia 4 stambecchi che, padroni in un luogo che gli appartiene, continuano a brucare erba verde a pochi metri da noi.

Recuperate le energie iniziamo la discesa che ci porterà all’auto e a Valbondione, stanchi ma soddisfatti.