Trekking

14/02/2021 Giretto in Valle Albina

14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina
14/02/2021 Giretto in Valle Albina

La mattina ha l’oro in bocca… si dice. Oggi sveglia alle cinque e in compagnia di Roberta e Andrea salgo per fotografare l’alba in Maresana, con una temperatura gelida di meno 5 gradi. Dopo avere atteso l’arrivo del sole ci concediamo una meritata colazione in centro Bergamo, necessaria per riprendere la circolazione e l’uso degli arti inferiori e superiori.

Ripresa parzialmente conoscenza salutiamo Roberta e ci spostiamo ad Albino, in Valle Seriana, dove in prossimità della graziosa chiesetta della Madonna della Neve diparte il sentiero Cai 550. Ci incamminiamo sotto un sole primaverile, ma comunque con temperature gelide: uno spesso strato di brina ricopre le zone d’ombra e le ultime case dell’abitato. Continuiamo sul sentiero acciottolato che sale in direzione di Selvino, superando alcuni ponti in pietre e cemento, fino a raggiungere il piccolo santuario dedicato alla Madonna del Portico. Noi pieghiamo a destra e su tracce di sentiero, ora in lieve discesa, raggiungiamo la grotta conosciuta come “Bùs della Scabla”.

Nella cavità naturale, oggetto di ricerca dell’Università di Milano, sono stati ritrovati oggetti archeologici che ne testimoniano la frequentazione dall’eta del rame fino in epoca romana. A suo interno sono stati ritrovati i resti scheletrici di cinque uomini, risalenti presumibilmente al III° millennio A.C. Con essi arredi funerari, vasellame e collane. La grotta era utilizzata anche nell’eta del bronzo e nei primi secoli dopo Cristo: a testimonianza un sesterzio di Adriano e numerosi frammenti di ceramica.

Bene. Noi dopo questo pezzo di storia ci soffermiamo per un panino con il prosciutto, per poi fare ritorno sui nostri passi…