Vie Storiche Bergamasche.

Tra le nostre Montagne si nascondono, molto probabilmente, più storie e leggende di quanto immaginiamo. Se le leggende possono in molti casi essere frutto della fantasia popolare, non possiamo dire lo stesso dei percorsi storici bergamaschi che troviamo lungo le nostre valli.

Basta pensare alle ricchezze che le montagne bergamasche hanno dato nato nel millennio scorso, dalle miniere di ferro della Val Stabina fino al prezioso minerale estratto dalla Presolana. Per secoli i tesori nascosti nelle viscere delle Orobie hanno attirato lavoratori, mercanti, carovane dedite al trasporto di viveri e materiali, semplice pendolari, eserciti agguerriti ma anche briganti e malfattori. Sono nate così nel corso di centinaia di anni delle vere e proprie strade, conosciute come Vie, che servivano a collegare le ricchezze delle nostre valli con le principali capitali del nord Italia. Questi antichi tracciati servivano a molteplici scopi, in primis il commercio e il collegamento tra i vari paesi della bergamasca. Alcune di queste Vie sono state dimenticate, altre sono state recuperate con l’intervento della Comunità Montana, del CAI e della Provincia Bergamasca.

Ma non basta…

Queste Vie Storiche, patrimonio della nostra provincia, per continuare a soppravivere e non essere dimenticate devono essere ripercorse.

Magari affrontandole con lo spirito e le sensazioni di chi le ha percorse centinaia di anni fa, con zaino in spalla e tenda al seguito, nel massimo rispetto di quello che ci circonda ma regalando all’avventurriero che si cimenta in questo percorso emozioni che difficilmente vengono dimenticate.

La Via Mala. Questa Via è stata per tempo memorabile l’unico punto di collegamento tra la Val di Scalve e la Val Camonica, percorrendo per la sua lunghezza gli orridi della Val Dezzo. Oggi, durante l’inverno è metà di escursionisti che ammirano le cascate di ghiaccio che scendono dalle ripidi parenti a strapiombo…

La Strada Taverna. Situata in bassa Val Brembana, vede la sua partenza dai Ponti di Sedrina e il suo termine al Passo del Crosnello. La strada Taverna era un’antica Via di comunicazione prevalentemente commerciale, che aggirando le impegnative gole del torrente Brembilla saliva in direzione degli importanti centri economici di Zogno e San Giovanni Bianco. La sua nascita è antecedente alla Via Priula.

La Via del Ferro. Una Via tipicamente commerciale, che garantiva il commercio del minerale estratto dalle miniere presenti sotto le pendici del Pizzo dei Tre Signori fino alla vicina Valtellina e al Ducato della Serenessima… Un viaggio è una storia nel passato, a ritroso di almeno sette secoli!

Il Sentiero Alto Serio. Sei giorni tra vallate e borghi in Val Seriana, alla riscoperta di un tracciato dimenticato.

La Via Mercatorum. Il nome stesso lo impone. La Via preferita dai mercanti e dai trafficanti, proprio perché interessava paesi famosi come Serina e altri bisognosi di risorse, come Dossena, Aviatico, Selvino e Cornalba. Un viaggio di circa 45 km, percorribile anche in più tappe, lungo una delle Vie Storiche bergamasche più antiche. Partenza da Nembro, in Val Seriana, e arrivo a Oneta di San Giovanni Bianco, in Val Brembana.

Il fiume Brembo. Il viaggio di quattro amici alla scoperta del fiume bergamasco per eccellenza.